Fianchi larghi: ecco gli esercizi per riequilibrare la proporzione

Fianchi larghi: ecco gli esercizi per riequilibrare la proporzione

Il fianco largo è una caratteristica che contraddistingue la maggior parte di noi donne, la natura ci ha predisposto al parto e il bacino largo è necessario per poter accogliere il feto, ma allora perché ci sono anche donne con i fianchi stretti e addirittura uomini con i fianchi larghi?

Le donne generalmente appartengono al biotipo detto ginoide le cui caratteristiche sono: fianchi larghi e spalle strette. L’uomo invece appartiene al biotipo androide: spalle larghe e bacino stretto; Ma non sempre è così, l’evoluzione ha creato anche donne androidi e uomini ginoidi. Infatti è più corretto parlare di soggetti ginoidi e soggetti androidi senza far distinzione tra generi. I soggetti androidi presentano una corporatura molto grande sopra e piccola sotto: hanno spalle e braccia robuste, il busto grande, il bacino stretto e gli arti inferiori magri; tendono ad accumulare grasso sul dorso e sulla pancia, hanno un aspetto a mela (figura A). I soggetti ginoidi invece hanno una struttura piccola sopra e grande sotto con: braccia e spalle esili, busto piccolo, bacino brande e gambe robuste; tendono ad accumulare grasso nella zona dei glutei e delle cosce, hanno un aspetto a pera (figura B).

pera mela

Se ti rispecchi di più nelle caratteristiche del biotipo ginoide oggi ti spiegherò come poter riequilibrare la proporzione tra la parte superiore del corpo e quella inferiore.

 

Prima di tutto devi togliere quei chili di troppo perché come abbiamo visto sopra il soggetto ginoide tende ad accumulare grasso proprio sui fianchi e su i glutei quindi il sovrappeso non farà che accentuare ancora di più la tua conformazione. Se sei in sovrappeso va bene qualsiasi attività: corsa, nuoto, cammino, purché incrementi il tuo dispendio energetico e ti aiuti a dimagrire. In più ricorda di abbinare all’esercizio fisico una corretta alimentazione.

Tolti i chili di troppo a questo punto devi riequilibrare la parte sopra con quella sotto, inizia ad inserire nei tuoi allenamenti più esercizi di forza sulle braccia rispetto a quelli sulle gambe. L’obiettivo deve essere quello di allargare le spalle, il petto e il dorso in modo da riequilibrare la proporzione con il bacino. Ti assicuro che dopo che avrai irrobustito la parte alta, davanti allo specchio i tuoi fianchi sembreranno molto più piccoli.

Ecco i migliori esercizi per potenziare gli arti superiori:

 

1) Spinte con carico:

Procurati una cassa d’acqua e dalla posizione in piedi appoggia la cassa sulla spalla, con un movimento propulsivo delle braccia verso l’alto sposta la cassa sulla spalla opposta. Fai l’esercizio per 3 serie da 8 ripetizioni, tra una serie e l’altra recupera camminando per 1′. Una volta che avrai acquisito più forza potrai eseguire l’esercizio con attrezzi più pesanti come manubri e bilancieri. Guarda il video.

2) Piegamenti sulle braccia:

Dalla posizione prona (pancia in giù) in appoggio su mani e avampiedi piega le braccia e avvicina il petto a terra mantenendo il corpo teso, distendi le braccia e torna nella posizione iniziale. Esegui i piegamenti per 3 serie da 8 ripetizioni, recupera 1′ camminando. Se hai difficoltà ad eseguire l’esercizio a corpo teso puoi appoggiare le ginocchia a terra. Guarda il video.

3) Trazioni basse:

Aggrappati ad un ramo o ad una sbarra che siano all’altezza delle tue cosce. Posizionati sotto la sbarra a corpo teso in appoggio sui talloni e con l’impugnatura più larga delle spalle. Esegui delle tirate cercando di avvicinare il petto alla sbarra e torna nella posizione iniziale. Esegui le trazioni per 3 serie da 8 ripetizioni, recupera 1′ camminando. Una volta che riuscirai ad eseguire l’esercizio senza fatica passa a farlo su una sbarra alta con il corpo in sospensione. Guarda il video.

Prova questi esercizi e i fianchi larghi non saranno più un problema!!

 

Condividi
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someonePrint this pagePin on Pinterest0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*